#musei

Basterebbero i numeri per scattare la fotografia dei musei civici, che in cinque anni hanno registrato un +45% di visitatori. Con l’ Accademia Carrara restituita alla città e che ha tagliato il traguardo dei 300.000 visitatori dalla sua apertura e con il Museo delle Storie che vanta il risultato più soddisfacente con il +55% di ingressi ( e il nuovissimo Convento di San Francesco – Museo della fotografia Sestini).

Basterebbero questi dati a tratteggiare il ruolo di grande vitalità che i musei svolgono in città, ma i numeri non sono tutto. Perché se si sono registrati questi traguardi è grazie al progetto che anima questi luoghi, considerati spazi di inclusione, di condivisione di conoscenza, di creazione di uguaglianza e di sviluppo di identità civica.

Hanno dimostrato, o iniziato a dimostrare che, possono avere un ruolo forte e influente nella costruzione della comunità, nell’aiutare i cittadini a conoscere il patrimonio, la città che abitano e quindi, a conoscere sé stessi. I musei, e soprattutto i musei civici, hanno un ruolo politico, etico e morale di salvaguardia dei valori fondanti della nostra società, del nostro essere cittadini.

In questi giorni si parla tanto di innovazione civica, di cittadinanza attiva, di rigenerazione urbana. Io credo fortemente che i musei possano costituire un punto saldo nel promuovere, educare e rinnovare il senso civico nella nostra Bergamo. E infine, ma che bella era l’Accademia Carrara nei giorni della sua riapertura? A pensarci ho la pelle d’oca!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...